10 cose da non dire mai a un siciliano (per non farlo arrabbiare)

I siciliani sono davvero unici. Chi è nato e cresciuto nell’Isola ha sviluppato un carattere particolare, che deriva proprio dal continuo confronto con una terra splendida e contraddittoria. Sulla Sicilia non mancano i luoghi comuni, che spesso creano fraintendimenti e visioni distorte.

Oggi abbiamo pensato di elencare le 10 cose da non dire mai a noi siciliani. Ecco quali sono.

  • “I siciliani sono tutti fannulloni”. Sfatiamo subito questo mito. Non è vero che noi siciliani siamo tutti fannulloni. È vero che spesso facciamo le cose prendendoci il tempo necessario, ma quello è un altro discorso.“Mia madre lo cucina meglio”. Eresia! Quando si parla di cucina e di mamme, non c’è discorso che regga.“
  • Arancine e supplì sono la stessa cosa”. Niente di più falso. Si tratta di due cose diverse, che vengono preparate con ingredienti e procedimenti differenti. A ciascuno la sua cucina!
  • “In Sicilia siete tutti mafiosi”. Un altro luogo comune che va subito sfatato. Il cliché del Padrino lo abbiamo abbondantemente superato.
  • “Buona la cucina siciliana… ma è un po’ pesante!”. La cucina siciliana non è pesante. La cucina siciliana è RICCA.
  • “In Sicilia fate il bagno a mare anche in inverno”. No, non è vero. Ci piacciono le spiagge, ma non siamo soliti indossare il costume da bagno quando ci sono 5°C.
  • “Da voi è sempre estate!”. Variazione sul tema della frase precedente. Chiariamolo una volta per tutte: qui in Sicilia non è estate tutto l’anno, esistono le stagioni come in tutte le altre parti del Paese.
  • “Avete solo il mare”. Cosa? La Sicilia ha moltissimo da offrire, in termini naturalistici, storici e culturali. Ci sono cose più o meno note, è vero, ma ridurre la Sicilia alle spiagge e al suo mare è davvero limitativo!
  • “La Sicilia è arretrata”. Torniamo ai luoghi comuni. La Sicilia è una terra all’avanguardia, checché se ne possa dire. Se non ci credete, venite a visitarla e parlate con i siciliani.
  • “Voi siciliani perdete troppo tempo a tavola“. Non si perde mai troppo tempo a tavola. Il pranzo della domenica, ad esempio, è un vero rituale.

Fonte Sicilia Fan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: