A scuola a settembre tutti con la mascherina: entra una classe ogni 15 minuti, genitori fuori il più possibile

Nella bozza del protocollo presentato dal Ministero dell’Istruzione ai sindacati ci sono anche indicazioni sui percorsi che gli studenti dovranno seguire: guide tracciate sul pavimento per permettere alle classi di spostarsi in sicurezza.

Il ritorno in aula con il Coronavirus. Un ritorno che all’inizio del lockdown doveva essere dopo poche settimane, poi dopo qualche mese è fissato per settembre. È pensado a questo momento che i sindacati del mondo della scuola hanno presentato al Ministero dell’Istruzione un protocollo per garantire la sicurezza nelle scuole.

Si parte dall’obbligo per le mascherine, almeno per tutti gli adulti. Esattamente come oggi sono obbligatorie in tutti gli altri posti di lavoro. Resta ancora il dubbio sulle mascherine per gli studenti. Secondo le anticipazioni del Corriere della Sera sembra che i sindacati abbiano spiegato che sarà da valutare rispetto allo sviluppo delle norme sui minori.

Un altro obiettivo sarà evitare gli assembramenti a scuola. Oltre a garantire il distanziamento tra gli studenti nelle classi il problema sarà impedire la creazione di raggruppamenti di persone all’entrate e all’uscita da scuola: l’idea per queste situazioni dovrebbe essere qella di definire ingressi ogni 15 minuti, organizzando code di studenti distanziati tra loro e percorsi segnati a terra da seguire per spostarsi tra le aule, i cortili e le palestre.

Ultimo obiettivo è quello di limitare gli ingressi di esterni, con l’invito ai genitori a restare fuori dalla scuola, eccetto casi di stretta necessità. Non solo dovranno essere ridotti al minimo ma chi entra dovrà anche misurarsi la temperatura prima di poter accedere agli edifici scolastici.

Fonte Open

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: