Castelvetrano, infermiere positivo: terapie oncologiche riprese solo ieri

Terapia sospesa per alcuni giorni a scopo precauzionale, perché si era in attesa dell’esito del tampone fatto a un infermiere in servizio presso l’Unità Farmaci Antiblastici.

Ecco perchè le terapie ai pazienti oncologici praticate al quinto piano dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano, dove si trova l’Unità di Oncologia, sarebbero state sospese, ma solo per pochi giorni.

L’esito del tampone Covid-19 è risultato positivo e ora l’operatore sanitario si trova in quarantena presso il proprio domicilio.

Già ieri (venerdì 17 aprile) le terapie nelle sale dell’Unità sono riprese, dopo gli interventi di sanificazione degli ambienti. L’Unità Farmaci Antiblastici (UFA) di Castelvetrano è una delle due che si trovano in tutta la provincia. L’altra è all’ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani. A Castelvetrano all’interno dell’UFA (dove si preparano i farmaci da somministrare nelle terapie) si accede dalla stessa Unità d’oncologia, tramite porte interbloccate elettricamente.

Fonte Castelvetranoselinunte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: