Coronavirus, Apple e Google: pronto il sistema di tracciamento dei contagi

api di tracciamento apple e google

In un mese e mezzo di lavoro, Apple e Google, hanno sviluppato il sistema di base che verrà usato da 22 Paesi nel mondo (al momento) per sviluppare sistemi di tracciamento Covid-19.

Tra i 22 Paesi che ne hanno fatto richiesta c’è anche l’Italia, che la utilizzerà per il lancio di Immuni, l’app selezionata dal Ministro dell’Innovazione.
“La tecnologia è da oggi nelle mani delle autorità sanitarie di tutto il mondo – hanno fatto sapere Apple e Google – decideranno loro come usarla”.

Come detto, il sistema sviluppato da Google ed Apple è solamente la struttura cui i diversi Paesi dovranno poi “agganciare” le loro app di tracciamento.
Questo permette ad ogni singolo Paese di avere specifici criteri di utilizzo e parametri da monitorare.

Il punto cardine per l’utilizzo di questo sistema è il Bluetooth.
Si avrà quindi un basso impatto sul consumo di batteria dei cellulari.
Inoltre la privacy e l’anonimato saranno garantiti in quanto l’attivazione del sistema sarà su base volontaria.

Infine va segnalato che alla fine della pandemia, i sistemi di tracciamento verranno automaticamente disabilitati.
Si tratta quindi di un intervento una tantum e su base volontaria.

Segui la nostra Pagina Facebook.

Leggi le altre notizie di oggi su Selinews.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: