Coronavirus, bruciati i tempi sul vaccino e count down per la somministrazione: la data

I test potrebbero iniziare a fine aprile su 550 volontari sani in modo da rendere prima possibile il vaccino utilizzabile sul personale medico e poi sulla popolazione.

Sembra che improvvisamente e forse ancora prima di quello che ci si poteva aspettare, sia stato pigiato l’acceleratore sul pedale del vaccino anti Covid-19.

Le ultime notizie sono infatti positive: l’Ansa sul suo sito internet, ha annunciato in un articolo l’avvio di test accelerati sull’uomo per testare i vaccini contro il Coronavirus.

Secondo quanto riportato, i test potrebbero iniziare a fine aprile su 550 volontari sani. Il vaccino è stato messo a punto dall’azienda Advent-Irbm di Pomezia insieme con lo Jenner Institute della Oxford University.

La speranza di questa corsa contro il tempo, gli studiosi avevano detto che ci sarebbe voluto più o meno un anno per avere un vaccino affidabile, è che ci possa aessere già un vaccino utilizzabile a settembre almeno sul personale sanitario impegnato in ospedale o nelle zone a rischio.

I dati di laboratorio sembra abbiano confermato l’efficacia e soprattutto garantito la non tossicità per l’uomo, elemento base per poter pensare di avviare una produzione su larga scala.

Un passo in più verso quella che ormai è la frontiera della medicina mondiale.

Fonte Balarm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: