Coronavirus, Speranza al Senato: «La battaglia è ancora lunga. Confermato il lockdown fino al 13 aprile»

Ieri, l’annuncio dell’intervento sul suo profilo Facebook.

«Sono qui non solo per informare il Paese ma per ascoltare. Un clima positivo è fondamento per tenere unito il Paese. Non è il tempo delle divisioni». Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sta intervenendo oggi – 1 aprile – in aula al Senato per riferire sulle iniziative del Ministero per fronteggiare l’emergenza da Coronavirus.

«Siamo in una crisi globale, in poche settimane il mondo ha dovuto cambiare le proprie abitudini. Di fronte a questo, è l’ora della cooperazione e della solidarietà, nessuno si salva da solo. Non possiamo permettere che da una crisi sanitaria derivi una crisi sociale».

«Non è questo il tempo delle mezze parole: attenzione a non commettere errori proprio adesso. Non dobbiamo confondere i segnali positivi con un cessato allarme. La battaglia è ancora molto lunga, non possiamo abbassare la guardia», ha detto.

Il nuovo stop
E poi la conferma del blocco fino al 13 aprile: «La strada è lunga perché senza vaccino non sconfiggeremo il Covid, dovremo saper affrontare una fase di transizione con misure di precauzione perché non si formino nuovi focolai.
Certo, dobbiamo programmare il domani, ma senza smettere di essere consapevoli di cosa sia questa fase. Confermiamo fino al 13 aprile misure di contenimento».

«Domani sarò al Senato e alla Camera per un’informativa al Parlamento. Soprattutto nei momenti più difficili è fondamentale riaffermare il valore della Costituzione che tutela la democrazia, la libertà e i diritti di tutti», aveva annunciato ieri, 31 marzo, sul suo profilo Facebook.

Fonte Open

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: