Ferrari ha iniziato la produzione di valvole per i ventilatori polmonari

La tecnologia abitualmente al servizio della Casa per lo sviluppo dei prototipi delle vetture è stata riconvertita a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19. A Maranello si sono rimboccati le maniche e sono scesi in pista per aiutare il Paese in questo momento molto difficile mettendo a disposizione il know-how tecnologico per gli ospedali italiani fra cui quelli di Bergamo, Genova, Modena e Sassuolo.

Il rombo del motore è come il battito del cuore, puoi sentirlo pulsare e sale l’adrenalina quando il pilota schiaccia il piede sull’acceleratore. Quello della Ferrari, complice lo stop all’attività agonistica anche della Formula Uno a causa della pandemia da coronavirus, continua a battere e a rimbombare.

Valvole per respiratori polmonari e raccordi per maschere di protezione verranno prodotti nello stabilimento e recheranno il logo del “Cavallino Rampante”. Un progetto condotto in sinergia con altre aziende che hanno prestato la loro manodopera alla realizzazione dei dispositivi da utilizzare su pazienti affetti da crisi respiratorie. È una delle conseguenze più dure e drammatiche di chi, giovane o meno giovane, è stato costretto al ricorso all’aiuto delle macchine per non soffocare.

Fonte Fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: