La Sicilia guarda alla riapertura, Musumeci chiede tempi e modi al Comitato Tecnico Scientifico

Anche la Sicilia, da sempre più stringente nelle misure perfino della maggiormente colpita Lombardia, comincia a guardare alla ripartenza. Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci ha posto oggi il suo quesito al comitato tecnico scientifico regionale per iniziare a valutare tempi e modi per la riapertura delle attività.

Una notizia molto attesa. A permettere di cominciare a guardare con un po’ di ottimismo alle prossime settimane sono i dati anche di oggi che pure a fronte di 43 nuovi contagi in valore assoluto mostra comunque un trend di decrescita. Basti pensare che gli attuali positivi attivi ovvero il numero dei nuovi contagi detratto dal numero di guariti e purtroppo deceduti, da come cifra di crescita dei malati 21.

Una situazione gestibile e che dovrebbe continuare a scendere nei prossimi giorni.
E che si stesse pensando ad un progressivo avvicinamento alla fase due lo ha confermato anche il decreto di ieri sera del Governatore che ha riproposto in Sicilia praticamente le medesime decisioni assunte a livello centrale con la riapertura di librerie, cartolerie e complessivamente una decina di attività

“Quali strategie adottare per il graduale ritorno ad una più normale vita quotidiana” ha chiesto formalmente il presidente della Regione Nello Musumeci, in una lettera inviata al Comitato tecnico-scientifico per l’emergenza Covid-19 in Sicilia, sollecitando un parere in ordine agli scenari progressivi di fine lockdown nell’Isola.
Nel documento, il governatore richiama la “Cabina di regia” varata dal governo nazionale di cui lui lo stesso fa parte. Musumeci sottolinea quanto «sia indispensabile accompagnare scelte e proposte con una preventiva valutazione di ordine tecnico-scientifico» proprio per avere «una interlocuzione consapevole con lo Stato”.

Fonte Blog Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: