New York scopre l’orrore: le immagini delle fosse comuni dei morti per Covid sconvolgono il mondo

Le fosse con le bare sepolte ad Hart Island, al largo del Bronx, sono il “cimitero dei poveri”.

Vicino al Bronx, ad Hart Island. Da qui provengono queste immagini che sconvolgono l’America. Fosse comuni che da oltre 150 anni vengono usate per seppellire i cadaveri di chi non può permettersi funerali o posti al cimitero. Bare sepolte una accanto all’altra a pochi chilometri da New York. Le immagini sono state riprese da un drone per poi essere diffuse oggi dai media locali che stanno condividendo con l’opinione pubblica tutti dettagli dell’emergenza Coronavirus negli Usa, il Paese attualmente più colpito dalla pandemia, con il maggior numero di contagiati in tutto il mondo.

Le 40 bare mostrate in queste immagini sono state scattate ieri da un drone. Nei giorni scorsi il sindaco di New York aveva accennato alla possibilità di usare “cimiteri temporanei” fino a che la crisi fosse passata e aveva menzionato Hart Island come “il luogo storicamente” adibito a quell’uso.

«Se abbiamo bisogno di fare sepolture temporanee per essere in grado di superare l’emergenza attuale – ha detto Bill De Blasio ai giornalisti – e quindi di lavorare con ciascuna famiglia sulle disposizioni appropriate, abbiamo la possibilità di farlo». Il sindaco non era sceso nei dettagli ma aveva aggiunto con certezza: «Ovviamente il posto che abbiamo usato storicamente è Hart Island». Il cimitero pubblico al largo delle coste del Bronx ospita i corpi di oltre 1 milione di newyorkesi sepolti in fosse comuni.

Fonte Open

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: