Triplicata la mortalità per infarto a causa della mancanza di cure

L’emergenza sanitaria causata dalla pandemia di Coronavirus sta avendo gravi conseguenze anche sulle altre patologie.

La mortalità per infarto, ad esempio, è triplicata passando dal 4.1% al 13.7% a causa della mancanza di cure (la riduzione dei ricoveri è stata del 60%) o dei ritardi (i tempi sono aumentati del 39%), causati dalla paura del contagio.

A spiegarlo il dottor Ciro Indolfi, presidente della Società Italiana di Cardiologia (SIC), a seguito di uno studio nazionale in 54 ospedali, nella settimana 12/19 marzo, durante la pandemia di Covid-19, confrontandola con lo stesso periodo dello scorso anno. La situazione rischia di vanificare 20 anni di prevenzione.

Fonte Fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: